Acquistare usato
acquistare usato

Acquistare usato: la questione culturale

Nel momento in cui una persona acquista un bene di seconda mano è spesso soggetto ad una sanzione sociale da parte della sua rete di conoscenze. Già perchè molto spesso l'usato è percepito come povertà, ovvero si considera l'acquisto un prodotto usato come la conseguenza del fatto che lo stesso oggetto nuovo non ce lo si può permettere. Questa percezione è un limite culturale tipico del nostro paese e gli imprenditori dell'usato non possono non considerare questo aspetto quando si opera in questo mercato.

La sanzione sociale derivante dall'acquisto di usato è spesso trascurata dagli stessi imprenditori dell'usato che spesso non applicano i concetti di posizionamento di marca e non si preoccupano nemmeno del loro cliente target.

Uno dei vantaggi competitivi della nostra azienda è quello di aver studiato e approfondito la questione culturale, in Italia, del mercato dell'usato, in particolar modo dal punto di vista sociologico e di aver saputo trarre importanti spunti sui quali si basa una strategia ben precisa, applicata dagli affiliati dei nostri network.



Pubblicato il: 04/12/2014

mercatino dell'usato on-lineLe riunioni zonali sono degli incontri della durata di una giornata, dedicati ai negozi dell''usato affiliati ai network Mercatopoli e Baby Bazar: in questo periodo ne abbiamo pianificate ben 13 e 5 si sono già concluse.

A queste riunioni affrontiamo tematiche molto stimolanti che sviluppiamo attraverso degli interessantissimi lavori di gruppo. Nelle ultime zonali abbiamo dato delle risposte alla domanda: come competere in un mercato ipercompetitivo?

Pubblicato il: 22/11/2014

Reduce Reuse RecycleBeati voi che con la crisi state facendo affari d'oro.

E' una frase che gli operatori professionali dell'usato sentono dire sempre più spesso. D'altronde chi frequenta i negozi dell'usato può facilmente notare quanto questi siano sempre più frequentati e affollati.

Dico spesso che non è tanto la crisi che ha generato questo fenomeno di mercato, quanto l'evoluzione culturale che questa crisi ha generato.

Pubblicato il: 29/09/2013

negozi-cinesiIn quel di Verona, dalle parti di Corso Milano, ho avuto notizia che era stato aperto un mega mercatino dell’usato ed oggi sono andato a vedere di cosa di trattava.

Parcheggio pieno di auto, bandierine colorate dappertutto, negozio ubicato in una location fantastica dove precedentemente s’era un supermercato LD. Non era un mercatino dell’usato bensì un super store cinese, sullo stile di Hao Mai.

Pubblicato il: 24/08/2013

società asetticaSiamo in un'epoca dove tutto deve essere sterilizzato: al bucato dobbiamo aggiungere il Napisan, la verdura va lavata con l'Amuchina e tende e divani vanno rinfrescati con Oust. Perchè oggi l'obiettivo di molti sembra essere diventato quelli di eliminare il 99,8% dei batteri.

Le nuove generazioni si evolvono verso un modello di società asettica, dove ad un bimbo non dovrebbe giocare nella terra perché ... chissà quanti batteri!

Pubblicato il: 04/08/2011

mercatini guida all'acquistoSempre più persone, di ogni ceto sociale, fanno acquisti al mercatino dell’usato. Oggi più di ieri l’ondata ecologica del riuso, alla faccia della cultura consumistica dell’usa e getta che ha condizionato il modo di fare acquisti dell’ultimo ventennio, coinvolge le persone e le indirizza verso acquisti più consapevoli e risparmiosi.

D’altronde non è bello ciò che è nuovo, è bello ciò che piace e poco importa se l’oggetto proviene da un outlet, da internet oppure da un negozio dell’usato.



Puntare sulla scarsità

Uno degli elementi più affascinanti del mercato dell'usato è il fatto che un singolo oggetto in vendita in un mercatino dell'usato è unico: se non si acquista subito si rischia di perderlo per sempre. Nel mercato attuale dove il consumatore rincorre sempre più spesso sconti e promozioni, la caratteristica della scarsità si è un po' persa, e soprattutto condiziona le scelte dei titolari dei mercatini dell'usato che molto spesso si focalizzano loro stessi sulla proposta di oggetti scontati, trascurando invece la necessità di vendere nel più breve tempo possibile, facendo leva sulla scarsità.




Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, su Facebook o premi "+1" per suggerire questo contenuto alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti mi aiuta a crescere. Grazie!