Mercatino e Marketing
network experience

[Mercatino e Marketing] - In questa sezione affronto i meccanismi di comunicazione e di marketing che, in base alla mia esperienza, sono applicabili al settore dei mercatini dell'usato. Il mercatino dell'usato funziona con un meccanismo specifico e il marketing che ne deriva deve tener conto della specificità di questo settore.



Pubblicato il: 04/01/2015

riciclo creativoUn negozio dell'usato specializzato nel mondo dell'infanzia, trasmette principalmente il valore del rispetto delle risorse e grazie all'attività dei baby mercatini, come Baby Bazar, riusciamo ad allungare la vita di oggetti che spesso vengono accantonati, in perfette condizioni, dopo un breve utilizzo.

Una vita più lunga per un passeggino, ad esempio, permetterebbe di preservare le importanti risorse necessarie a produrne uno nuovo e si eviterebbero ulteriori costi necessari allo smaltimento.

Pubblicato il: 07/07/2014

Gente di MercatopoliIo e Silvia Signoretti avevamo da poco messo le basi per un importante progetto su Facebook che ci aveva portato a coinvolgere Valentina Vellucci per il supporto strategico e si parlava di quale poteva essere il modo migliore per promuovere il network Mercatopoli a livello nazionale: un canale che potesse far conoscere e apprezzare il mondo dei negozi Mercatopoli, con costi più abbordabili della TV.

Qualcosa che potesse rafforzare l'identità del marchio diffondendo lo stile dei gestori e l'inconfondibile atmosfera che si percepisce nei punti vendita del network.

Pubblicato il: 17/04/2012

mercatino-dell-usatoUna delle chiavi di successo di un mercatino dell'usato è quella di garantire un'esposizione di merce sempre rinnovata: il punto vendita ha infatti la necessità di "far girare la merce" e garantire agli acquirenti sempre nuovi arrivi.

E' una chiave importantissima perché un'esposizione statica porterà gli avventori del negozio a perderne gradualmente l'interesse e quindi diminuiranno drasticamente la frequentazione del negozio.

Pubblicato il: 10/06/2010

crisi

Signori, mi sono rotto di sentire che le imprese vanno male perché c'è crisi. La crisi di qua, al crisi di là: ma basta!

Dietro alla crisi si cela l'alibi che allevia le proprie responsabilità e permette di rimanere nel proprio cerchio delle comodità.

Il mondo è cambiato, moltissimo.