Profilo di Alessandro Giuliani direttore tecnico di Mercatopoli e Baby Bazar

alessandro giuliani

[Chi sono] - La mia preparazione principale deriva dalla «University of Sidewalk Street», l'università della strada, fatta di esigenze vissute.

Questo è uno dei segreti del successo dei prodotti della mia azienda, leader nel mercato delle Agenzie d'Affari o meglio dei mercatini dell'usato con oltre 500 licenze software installate.

Oggi, affiancato dal mio team di consulenti, di grafici, di tecnici e di professionisti sono amministratore della società Leotron e dirigo i network Mercatopoli e Baby Bazar occupandomi principalmente di marketing, di formazione, di analisi software, di motori di ricerca e di strategia operativa.

Sono anche consulente tecnico legale di Rete Onu, l'associazione nazionale che rappresenta migliaia di operatori dell'usato.

 

Bio  
Nome e Cognome: Alessandro Giuliani
Nickname: alexgi
Email:
Data di nascita: 4 Luglio 1965
Luogo di nascita: Verona
Residenza attuale: Lugagnano di Sona (VR)
Stato civile: Coniugato
Titolo di studio: Perito tecnico / commerciale
Diplomato nel: 1985
Votazione: 48/60
1° Impiego: 1984 - Cosmosufficio s.r.l. 
Mansione: Sviluppo e assistenza software gestionale 
Servizio Militare: 1986 -  Brigata Alpina Julia - Nucleo Elaborazione Dati 
Note: Il 10 Ottobre 1988 costituisce la società Leotron.
Interessi: Marketing, comunicazione.
Mi trovi anche su: Facebook - Google + - Twitter

 

Parlare di me è come parlare della mia azienda. Dal 1984 nel campo dell'Information Tecnology, con un’ottima preparazione informatico – gestionale, mi «butto nella mischia» aprendo, a soli 23 anni, una software house specializzata nello sviluppo di software gestionale.

Ho faticato molto per arrivare dove sono; durante il mio percorso ho capito che la formazione è un valore aggiunto molto importante per un imprenditore e, oggi più di ieri, non perdo l’occasione per partecipare a corsi, seminari ed incontri per imparare qualcosa di nuovo.

Nei primi 5 anni di vita io e la mia azienda ci dedicammo ad implementare soluzioni software per aziende in particolar modo nell’ambito gestionale, visto il mio diploma tecnico-commerciale. Nel 1992 incontrai un imprenditore italiano che, ispirandosi al modello di Troc, voleva importare in Italia l’attività di mercatino dell’usato in conto vendita e chiese quindi la collaborazione della mia società.

Il franchising Troc, non presente in Italia, è l’evoluzione del primo negozio di usato in conto vendita che fu reso operativo nel 1982 da Jean Pierre Budier all'epoca disoccupato e poco più che 40enne e oggi ancora presidente della medesima catena. Se vi interessa approfondire la storia di Jean Pierre Budier, è disponibile su Amazon il suo libro, autobiografico, in francese.

Per effetto di questa collaborazione, la mia azienda creò un potente software per gestire un mercatino dell’usato con oggetti in conto vendita da privati e si occupò, fino a novembre del 1999, dello sviluppo e del supporto tecnico di Mercatino srl e degli affiliati al suo franchising.

Con il nuovo millennio le strade si divisero; Leotron ripartì con poche risorse economiche e con tantissima esperienza e implementò un nuovo software pensato per chi voleva gestire un mercatino dell’usato in autonomia.

Nel 2002 Leotron acquisì il marchio Mercatopoli ed elaborò un diverso modello di business, basandosi su concetti di network franchising più moderni ed innovativi. La proposta fu quella di un contratto di affiliazione senza royalties, senza patti di non concorrenza e senza vincoli vessatori, facendo leva sui vantaggi dell’appartenenza ad un gruppo piuttosto che sulle imposizioni contrattuali.

Fu la scelta che aprì le porte al mio successo e che permise all’azienda di rendere operativi svariati Mercatopoli, in pochi anni.

Nel 2005 la mia azienda ebbe l’intuizione di creare un modello specifico e verticale per il mondo dei bambini, con un modello di business simile a quello di Mercatopoli ma ispirandosi ad un vero e proprio negozio. Un anno dopo nacquero i primi Baby Bazar.

Oggi vogliamo consolidare il nostro successo ed evolvere questo mercato verso un modello di servizio straordinario dove il cliente, sia il nostro che quello dei punti vendita affiliati ai nostri network, sia veramente al centro dell’attenzione.

Ritengo che la passione sia una delle chiavi per il successo. Molte persone, raggiunta la maturità, si guardano attorno e iniziano a cercare - solo allora - la loro strada, la loro vocazione. Conosco molti impiegati che non provano nessun piacere a fare il loro mestiere, anzi lo ripudiano. Con la passione puoi rimanere sempre concentrato, desiderando di occupare più tempo che puoi per i tuoi interessi.