Aprire un mercatino dell'usato impostato come Agenzia d'Affari
Cerca:
CHI SONO
OPINIONI
CONTATTI
CHIUDI
Cerca:
aprire un mercatino dell'usato

Come si apre un mercatino dell'usato?

Stai cercando un'idea imprenditoriale per metterti in proprio? Puoi metterti in gioco investendo in un settore in crescita, quello dell'usato. Aprire un mercatino dell'usato o un negozio dell'usato è innovativo ed ecologico: servono però passione, competenze, qualche soldino, intraprendenza e molto impegno.

Ti invito però a non sottovalutare impegno e risorse. Un mercatino dell'usato ha le stesse dinamiche di una qualsiasi attività imprenditoriale, in termini di risorse, in termini fiscali e in termini burocratici. Ci sono però dei vantaggi molto interessanti: non acquisti merce (essendo tutto in conto vendita da privati) e soprattutto è un bellissimo lavoro, ricco di soddisfazioni.



Pubblicato il: 12/04/2015

conviene-aprire-un-mercatino-dell-usatoE' una domanda che mi sento rivolgere spesso e che indubbiamente non può ottenere una risposta univoca: gestire un mercatino dell'usato è impegnativo tanto quanto gestire una qualsiasi attività imprenditoriale e renderlo redditizio è una conseguenza di vari fattori.

Se ti aspettavi una risposta secca mi dispiace, dovrai leggere fino in fondo. Già, perchè la risposta a questa precisa domanda non può essere data senza delle opportune premesse.

Pubblicato il: 22/08/2014

aprire un mercatino dell'usatoAprire mercatini dell'usato è l'attività che svolgo, da parecchi anni, con la preziosa collaborazione di un prezioso staff, al mio fianco da parecchi anni. 

Da alcuni anni il mercato dell'usato si è sviluppato enormemente, complice la crisi che ha impoverito un po' tutti e per effetto di un'ondata ecologica generalizzata che ha portato alla (ri)scoperta del riuso, il riutilizzo delle cose.

Pubblicato il: 13/07/2014

aprire mercatino usatoAprire un mercatino dell'usato sembra essere diventato di moda. La compressione economica di questi ultimi anni ha infatti portato molte persone a considerare il mercato dell'usato come una grande opportunità da cogliere. E' veramente così?

Ho fatto un'analisi di alcuni mercatini di successo, resi operativi in autonomia, senza quindi l'affiliazione ad alcun franchising mercatino.

Pubblicato il: 02/07/2013

abiti usatiAprire un negozio di abiti usati può essere, di questi tempi, un'ottima opportunità imprenditoriale, in particolar modo visto il perido di trasformazione che vede la società diventare, giorno per giorno, meno consumistica e più eco-sostenibile.

O meglio visto che siamo tutti un po' più poveri e terrorizzati da questa crisi che non si capisce quando finirà, abbiamo la necessità di essere molto più oculati negli acquisti e tanto vale mettersi un etichetta etica, di consumatore consapevole (che fa molto di moda), e  buttarsi sull'usato.

Nel frattempo la mentalità delle persone sta comunque cambiando e l'usato è oramai metabolizzato nel tessuto economico, diffuso in tutte le fasce sociali, anche le più abbienti, proprio come avviene in tutti gli altri paesi europei.



Quanto costa aprire un mercatino dell'usato?

E' una delle domande più frequenti, in quando in molti pensano che sia un'attività economica da aprire e da gestire. Sicuramente aprire un mercatino dell'usato è meno costoso che aprire un negozio tradizionale (di sicuro risparmi l'acquisto della merce), ma è necessario fare una valutazione approfondita delle risorse necessarie, soprattutto in termini di investimento pubblicitario.

Ti invito a scaricare la mia guida per aprire un mercatino dell'usato, dove troverai tutte le informazioni per farlo: è gratis è la guida è completa e aggiornata.

Come funziona un mercatino dell'usato?

Nel sito troverai molte informazioni che ti permetteranno di capire il funzionamento di questo tipo di attività. Un buon progetto di apertura parte da un ottima preparazione. Ti consiglio quindi di studiare e approfondire nel dettaglio tutte le tematiche esposte.

In due parole il mercatino dell'usato - tecnicamente un'agenzia d'affari - collega un privato che vuole vendere delle cose che non gli servono (il venditore) con un altro privato che le vuole acquistare (l'acquirente). Il compenso dell'agenzia è determinato da una provvigione, calcolata sul prezzo di vendita (solitamente è il 50%).



condividi su: