Conviene aprire un mercatino dell'usato?
Cerca:
CHI SONO
OPINIONI
CONTATTAMI
DOMANDE
ARGOMENTI
CHIUDI
Cerca:
Conviene aprire un mercatino dell'usato?
Domenica 12 Aprile 2015

E' una domanda che mi sento rivolgere spesso e che indubbiamente non può ottenere una risposta univoca: gestire un mercatino dell'usato è impegnativo tanto quanto gestire una qualsiasi attività imprenditoriale e renderlo redditizio è una conseguenza di vari fattori.

Se ti aspettavi una risposta secca mi dispiace, dovrai leggere fino in fondo. Già, perchè la risposta a questa precisa domanda non può essere data senza delle opportune premesse.

Penso che la redditività di un mercatino dell'usato e quindi la convenienza ad aprirlo sia essenzialmente legata a tre diverse caratteristiche, necessarie e di medesima importanza.



La conoscenza del mercato dell'usato

Conoscere le caratteristiche del mercato dell'usato è una delle cose più importanti. Troppo spesso mi trovo di fronte a candidati imprenditori che non hanno la minima idea di come operare in questo mercato, pensando che sia sufficiente essere dei bravi commercianti per avere un grande successo. Di solito chiedo: perché, se pensi di essere un bravo commerciante, non hai già raggiunto il successo e il guadagno sperati? La risposta, solitamente, contiene le parole crisi, banche, soci e mercato.

Nei casi più difficili c'è la convinzione che il mancato successo sia dipeso da clienti che, con la crisi, hanno smesso di acquistare. La buona notizia è che i clienti non hanno spesso di comprare, quella brutta è che, nel caso, hanno smesso di acquistare da te, e non è la stessa cosa.

L'approccio a questo mercato deve avvenire con grande umiltà e voglia di imparare. Il sistema che si andrà ad utilizzare deve essere studiato e soprattutto metabolizzato e non si può pensare di scopiazzare il sistema di qualcun altro per avere la garanzia di riuscita. E non puoi neppure pensare di scaricare la mia guida per aprire un mercatino dell'usato e pensare di aver acquisito, solo con quella, l'esperienza necessaria.

Il consiglio migliore che mi sento di darti è quello di andare a bottega, come si faceva una volta per imparare. Puntare un negozio dell'usato che funziona e andarci a lavorare per un paio d'anni è il modo migliore per capire il sistema, metabolizzarlo e costruire la strada per il tuo futuro in questo settore.

La conoscenza del marketing

Quali sono le tue competenze in questo ambito? Pensi veramente che basti aprire la serranda del tuo negozio per avere la coda di clienti, visto che, con la crisi, il mercato dell'usato è una grande opportunità? Se pensi questo sei veramente fuori strada e rischi di farti del male.

Oggi il marketing è molto più complesso di qualche anno fa quando di mercatini dell'usato ne esistevano pochi e quando l'usato non se lo filava nessuno. Oggi hai una concorrenza molto strutturata, che non è rappresentata solo da altri mercatini dell'usato. Già, perché da qualche anno hanno inventato internet e soprattutto in questi ultimi tempi, alcuni big spender investono milioni di euro per la pubblicità. Non hai visto la pubblicità di subito.it in Tv?

Considera anche che per la "grande distribuzione" l'acquisto di un oggetto usato è una vendita persa di un oggetto nuovo, per cui personalmente mi aspetto presto qualche altra azione che sostenga il mercato del nuovo a discapito di quello dell'usato.

E quindi?

Ti servono essenzialmente due cose fondamentali: un budget da spendere in pubblicità e persone esperte che ti consiglino come spenderlo.

Entrambi questi fattori sono indispensabili, a meno che tu non sia un guru del marketing e disponga comunque di un budget cospicuo. E se già sei un guru del marketing, perché vuoi aprire un mercatino dell'usato? L'unica risposta credibile è legata alla passione: con il marketing fai un sacco di soldi ma quel lavoro non ti piace. Ci può stare. Non ho conosciuto molte persone così, ma ci può senz'altro stare.

La padronanza dei numeri

Come te la cavi con i numeri? Parlo di business plan, quindi di capacità di pianificare lo sviluppo della tua attività, numeri alla mano. Sai quanti sono i candidati imprenditori che aprono un mercatino dell'usato dopo aver buttato giù un business plan? Pochi. E sai quanti sono quelli che una volta aperta la loro attività comparano i risultati attesi e gli investimenti previsti con il business plan? Ancora meno. O meglio lo fanno solo se le cose non vanno come si aspettavano focalizzandosi solo sulla colonna dei ricavi e ignorando quella degli investimenti.

Se pensi che il business plan sia una cosa da commercialisti, stai facendo un errore. E' come pianificare un viaggio tra Milano e Palermo, in auto, e non chiedersi quanti soldi ti serviranno per i rifornimenti di carburante. Certo, se parti con tanti soldi puoi anche non preoccupartene ma se le risorse sono "tirate" dovresti fare due calcoli, perché il rischio è quello di trovarsi a metà strada senza soldi e senza benzina.

E come imposterai il rapporto con il commercialista? Pensi che il commercialista sia necessario solo per presentarti le dichiarazioni e farti i calcoli per pagare le tasse?

Un imprenditore deve prima di tutto esercitare il controllo di gestione che, ti riporto la definizione, è il sistema operativo volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive.

Detto questo posso rispondere alla domanda iniziale: si, aprire un mercatino dell'usato conviene se (e solo se) sono soddisfatti tre punti fondamentali: conoscenza del mercato, del marketing e padronanza dei numeri. Se anche solo uno di questi punti ti manca, dovresti preoccupartene prima e non dopo aver aperto. 

E' proprio per questo che esistono Mercatopoli e Baby Bazar, attraverso i quali un candidato imprenditore può contare sulla competenza di un team di 24 talenti, tutti estremamente focalizzati sul mercato dell'usato.

Imprenditori dell'usato

Per approfondire questa tematica puoi iscriverti al gruppo Facebook Imprenditori dell'usato. La tua partecipazione è gradita e l'iscrizione è gratuita.

Imprenditori dell'usato


Altri contenuti che potrebbero interessarti

Di seguito trovi alcuni articoli correlati, che potrebbero interessarti.
Ecco come aprire un mercatino dell'usato
Venerdì 22 Agosto 2014
3 caratteristiche indispensabili per aprire un mercatino
Domenica 13 Luglio 2014
Il locale giusto per il tuo mercatino dell'usato
Martedì 15 Settembre 2009